HALLOWEEN 2017

Uno Spettacolo di Halloween per scoprire i misteri e le superstizioni di luoghi vicini e lontani in una notte magica e leggendaria…

 

Adatto alle famiglie

 

SUPERSTIZIONI 31 OTTOBRE - NUOVA ERA modificato

 

Streghe o semplicemente donne? Fantasmi o paure che fan vedere ogni sorta di mostro spaventoso? Luoghi infestati o timori dei viandanti? Il Casentino come luogo di leggenda e superstizione nello spettacolo:

“Leggende, dicerie e superstizioni… in Casentino”

di Giacomo Andreini e Irene Ziller

 

Il progetto teatrale “Leggende, dicerie e superstizioni… in Casentino” è nato tra le nostre mani nel giugno 2015 dopo la lettura del lavoro di intervista sul territorio svolta dall’antropologo e filosofo stiano Leonardo Previero. Da subito ci siamo resi conto dell’enorme portata emotiva dello spettacolo che è emerso dal lavoro di ricerca che abbiamo svolto, tanto da predisporre fin dal primo spettacolo un diario dello spettatore, La Ricolta, per raccogliere le nuove testimonianze sulla materia da parte del pubblico.

Tratto principalmente da “Magia, stregoneria, superstizione nelle valli aretine” di Leonardo Previero, il tema della superstizione è ben lungi dall’appartenere al passato, anzi, è tuttora molto presente e vivo in Casentino come in tutte le culture moderne.

Così, tra leggende ritrovate e testimonianze dirette, spuntano i ricordi e le paure, i rituali segreti e le apparizioni soprannaturali.

Nessuno può dire di non avere incontrato almeno una volta, nella propria storia personale, storie inspiegabili, luoghi sinistri, figure ambigue e oscure…

E alla base di ogni storia: una paura, un monito, una pena…

Come una sorta di “mappa sociale” per orientarsi tra il bene e il male, si presenta ancora oggi la arcana geografia delle credenze popolari, elemento di genesi della tradizione e della storia di ogni comunità.

A fianco al valore storico e di ricerca del progetto, rimane integro e potente l’intento artistico e spettacolare del lavoro, in un’ottica di condivisione della tematica con un pubblico il più ampio ed eterogeneo possibile.

Portato in varie realtà della vallata casentinese, dalla sala ottocentesca dell’agriturismo di Poppi all’anfiteatro di pietra della Cava di Becarino, dalla cisterna romana di Montemignaio, dal magico ed antico Molin di Bucchio di Stia, alla magnifica sala dal gusto antico del ristorante la Gravenna… ora il nostro spettacolo a due voci approda all’Agriturismo NUOVA ERA, un gioiello immerso nel verde! Il 31 di ottobre, notte speciale e magica celebrata fin dall’antichità tra i popoli celtici, diventa un’occasione per conoscere  “Leggende, dicerie e superstizioni… in Casentino”, a cura della Compagnia Zeno – Giacomo Andreini e Irene Ziller.

 

http://www.nuova-era.net/